fbpx

DON CAMILLO E PEPPONE – IL MURALES PER I 70 ANNI DAL PRIMO CIAK.

6 Settembre 1951.

La storia della “nostra” Brescello stava per cambiare per sempre.

Il regista Duvivier si stava apprestando a dare il via al primo Ciak di quella che sarebbe diventata una delle più importanti saghe cinematografiche del cinema italiano.

Stavano iniziando le riprese di “Don Camillo” il primo film tratto dai racconti di Giovannino Guareschi, che portò agli onori della cronaca il piccolo paese della bassa emiliana.

6 Settembre 2021.

Simbolicamente il writer Emeid, grazie a Incia Brixellum, inizierà il primo murales dedicato a Don Camillo e Peppone, sulla facciata dell’ex scuola dell’infanzia di Soliani-Scutellari di Brescello.

La realizzazione dell’opera di 50 mq durerà 6 giorni e vedrà il suo compimento Domenica 12 Settembre.

Durante quella settimana ci saranno molte altre attività che celebreranno il 70 anniversario dall’inizio delle riprese a Brescello.

Il writer che eseguirà l’opera, come detto, sarà Emeid.

 

Andrea Ranieri, in arte Emeid, è un artista autodidatta contemporaneo. 

Nasce nel 1985 ad Augsburg, nella quale inizia ad approcciarsi al disegno, mostrandone passione e talento. 

Nel 1996 si trasferisce in Italia, a Ortona, dove attualmente vive e lavora. È in questa cittadina abruzzese che si perfeziona nella realizzazione di ritratti su tela. 

Dai primi anni del 2000, si dedica alla produzione di pittura murale servendosi delle bombolette spray, realizzando, ancora oggi, graffiti rappresentati in molteplici località. 

Nel 2005 si cimenta nella creazione di t-shirt dipinte a mano per poi avvicinarsi al mondo della falegnameria, ricavando dal legno i primi supporti per i suoi lavori. 

Nel 2015 inaugura il suo spazio espositivo, situato a Ortona nella zona di Terravecchia. 

Nel 2016, presso il Museo Cascella di Pescara, vince il premio tecnico del contest “Ritratti Contemporanei” grazie all’opera “Porta Pazienza”, che rappresenta la tematica dell’uomo in relazione alla società in cui è addentrato. 

L’artista espone regolarmente i suoi lavori in numerose mostre – personali e collettive – ed eventi nei quali opera anche in modalità “live painting”. 

Le sue opere si inseriscono in un concetto mascherato dei giorni nostri, tracciando spesso la linea ironica e satirica che contraddistingue l’artista, e trasmettendo allo spettatore un velato messaggio sociale. 

Attualmente, Andrea Ranieri è alla continua ricerca di nuove ispirazioni e idee che inserisce fedelmente nella sua arte. 

(Qui sotto alcune opere realizzate dall’artista).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi