fbpx

Speciale 6° Film Incompiuto – Prima Puntata

SPECIALE 6 FILM INCOMPIUTO
– Prima Puntata –

 

PREMESSA.
La nostra pagina Il Mondo di Don Camillo è nata circa 5 anni fa.
Da allora, quasi quotidianamente, abbiamo cercato di mantenere vivo il ricordo dei due personaggi guareschiani a noi più cari, Don Camillo e Peppone.
Abbiamo trovato foto inedite, creato un piccolo libro in cui mostriamo Brescello come era ai tempi dei film e come è oggi, testimonianze e curiosità ogni giorno negli ultimi 5 anni.
Nulla però incuriosisce i tantissimi fan della saga come la sorte di quello che sarebbe dovuto essere il sesto film girato con Fernandel e Gino Cervi : “Don Camillo e i Giovani d’ Oggi”.
Abbiamo quindi deciso di raggruppare in questo blog tutto il materiale che abbiamo raccolto in questi anni a riguardo.

IL LIBRO.
“Don Camillo e i Giovani d’ Oggi” sarebbe stato, come detto, il sesto film della saga tratto dal Romanzo omonimo.
In realtà già in questo troviamo la prima contraddizione.
Il romanzo scritto da Giovannino Guareschi in principio si chiamava “Don Camillo e don Chichì” ma il titolo originale , insieme al testo completo, fu ripristinato solo nel 1996 dalla Rizzoli.
Il romanzo fu quindi pubblicato postumo nel 1969, con il titolo “Don Camillo e i Giovani d’ Oggi” e senza un intero capitolo, tagliato rispetto ai manoscritti originali dell’autore.

INZIO RIPRESE.
Le riprese del sesto film, sarebbe stato il primo a colori, iniziarono a Brescello il 13 Luglio 1970.
Oltre a Fernandel e Gino Cervi presero parte Graziella Granata ( Maria Bottazzi) e un giovanissimo Giancarlo Giannini ( figlio di Peppone).
Pochi sanno che tra le comparse figurava anche un altrettanto giovane Shel Shapiro frontman del gruppo Rokes molto famoso negli anni 60.

LA MALATTIA DI FERNANDEL.
Fernandel arrivò a Brescello il 20 Luglio 1970 a set già montato e iniziarono immediatamente le riprese.
Ma l’estate nella bassa, noi la conosciamo bene, può essere davvero insopportabile, soprattutto se si gira un film sotto il sole cocente e con l’afa che ti schiaccia il petto.
Fernandel infatti ebbe più volte mancamenti già durante i primi giorni di riprese, fino a quando, il 5 agosto, durante una scena in cui doveva portare in braccio Graziella Granata (pesava appena 50 Kg) non riuscì a sollevarla cadendo a terra.
L’attore fu costretto a lasciare il set.
Trasportato d’urgenza all’Ospedale di Parma vi rimase ricoverato per qualche giorno, fino a quando decise di ritornare a Marsiglia per sottoporsi ad ulteriori accertamenti e prendersi un periodo di riposo.
Anche il regista Christian- Jaque spinse Fernandel a tornare a Marsiglia, rassicurandolo sul fatto che dopo il periodo di riposo avrebbero ripreso a girare.
Il 12 Agosto 1970 la produzione sospese ufficialmente le riprese di “Don Camillo e i Giovani d’Oggi”.
Purtroppo Fernandel non sapeva che nell’ aprile del 1970 gli era stato diagnosticato un tumore maligno di origine epatica, ma i suoi famigliari decisero di nascondergli la malattia, i cui primi sintomi iniziarono a manifestarsi proprio sul set, come descritto sopra.
A metà Gennaio 1971 Fernandel contattò il regista rassicurandolo del fatto che le sue condizioni stavano migliorando e che presto avrebbero ricominciato a girare.
Non fu così.
Purtroppo in un mese le condizioni dell’attore francese divennero disperate (dimagrì moltissimo) e lo portarono alla morte il 26 febbraio 1971 a Parigi.

FINE PRIMA PUNTATA.
Continua…

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi